La nostra storia

La nostra storia

La nostra storia

La Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna è una fondazione di origine bancaria nata il 15 luglio 1991 dalla Banca del Monte di Bologna e Ravenna in ossequio alle leggi di riforma delle banche pubbliche (Legge 30/7/1990 n. 218 e D.Lgs 20/11/1990 n. 356). È persona giuridica di diritto privato, senza fini di lucro, con piena autonomia statutaria e gestionale, che persegue fini di interesse pubblico e utilità sociale.
Il processo di ristrutturazione da cui è nata la Fondazione, ha portato alla concentrazione delle attività bancarie degli allora enti pubblici Banca del Monte di Bologna e Ravenna e Cassa di Risparmio di Modena e alla nascita di Carimonte Banca S.p.A. che, dopo la sua fusione con il Credito Romagnolo, diede vita a Rolo Banca 1473, poi entrata a far parte del Gruppo Unicredit.
La Fondazione aderisce all’ACRI (organizzazione che rappresenta le Casse di Risparmio Spa e le Fondazioni di origine bancaria italiane), e all’Associazione Federativa tra Casse e Monti dell’Emilia-Romagna.
Dal mese di ottobre del 2002 la sede della Fondazione è Palazzo Paltroni, in via delle Donzelle 2, nel cuore del centro storico di Bologna. L’affascinante storia del Palazzo e i dettagli del restauro sono contenuti nel volume La residenza della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna di Manuela Rubbini (Costa Editore).

Origini

Origini

La Fondazione è la continuazione ideale del Monte di Pietà di Bologna e del Monte di Pietà di Ravenna e Bagnacavallo. Il Monte di Pietà di Bologna fu fondato da padre Michele Carcano, frate francescano osservante, e autorizzato dall’Organo di Governo della Repubblica Bolognese con provisione il 22 aprile del 1473. Ecco perché l’anno 1473 compare nel logo della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. 


Missione

Missione

La Fondazione persegue finalità di solidarietà sociale, contribuisce alla salvaguardia ed allo sviluppo del patrimonio artistico e culturale, al sostegno della ricerca scientifica ed allo sviluppo delle comunità locali attraverso la definizione di propri programmi e progetti di intervento da realizzare direttamente o con la collaborazione di altri soggetti pubblici o privati.

La missione che la Fondazione intende svolgere a favore delle proprie comunità di riferimento, attraverso i propri settori di intervento, non è mai cambiata dalla sua costituzione, per assicurare, nel tempo, una continuità di presenza attiva sul territorio e per fornire risposte sempre più adeguate alle domande provenienti dal contesto sociale.

L’operatività – improntata ai principi di trasparenza e moralità – è garantita dai proventi derivanti dalla gestione del patrimonio, interamente vincolato al perseguimento degli scopi statutari. Tale gestione è esercitata secondo criteri prudenziali di rischio e di economicità, in modo da conservare il valore del patrimonio ed ottenerne una adeguata redditività.

L'attività della Fondazione è riferita, di norma, al territorio delle province di Bologna e Ravenna.

Photogallery
Video
Dove siamo