Studio SoundLab Factory

Territorio

Indietro
area: Territorio
Uno spazio per la musica e il co-working

Studio SoundLab Factory

Studio SoundLab Factory

Studio SoundLab è tra le associazioni bolognesi che si sono aggiudicate l’edizione 2017 di Funder35, il bando rivolto alle giovani realtà culturali, sostenuto a livello nazionale da 18 fondazioni tra cui la Fondazione del Monte.
Attivo a Bologna dal 2008, Studio SoundLab si occupa di musica, di prodotti audiovisivi e fotografia. Sale prove, postazioni di co-working, un’etichetta discografica e un’area per allestire set fotografici compongono lo spazio dell’ex complesso industriale di Via Sante Vincenzi, nel cuore della Cirenaica, dove l’associazione ha sede. “Grazie ai fondi del bando Funder 35 possiamo migliorare alcuni aspetti della nostra sede e l’offerta dei servizi per i musicisti e per gli artisti che frequentano i nostri spazi”, spiega Beatrice Baraldi, membro dell’associazione, che continua: “uno degli obiettivi principali che ci siamo posti è dare alla nostra associazione un respiro più imprenditoriale, partendo soprattutto dalla formazione delle persone che da tanti anni collaborano con noi”.

Aprire una terza sala prove, creare un’area dedicata agli uffici e acquistare attrezzature nuove e professionali saranno i primi investimenti dell’associazione che potranno essere affrontati grazie ai fondi Funder e questo permetterà di ampliare la rete di artisti, musicisti e anche giovani che frequentano lo Studio. “Negli ultimi mesi abbiamo dovuto rifiutare alcuni gruppi che ci chiedevano un luogo dove provare e vogliamo evitare di trovarci di nuovo in questa situazione. Ci piace che questo spazio sia vivo e condiviso, che sia un riferimento per i musicisti della zona, sia per band emergenti che per artisti già affermati”. L’associazione è diventata anche un punto di incontro e di aggregazione per ragazzi e ragazze del quartiere e grazie alla collaborazione con alcune cooperative sociali ha realizzato alcuni progetti per coinvolgere giovani a rischio come corsi di produzione audiovideo, laboratori musicali, corsi gratuiti di formazione per tecnici del suono. “Molti dei ragazzi che hanno partecipato a questi progetti ci frequentano ancora e hanno portato amici e amici degli amici. Questo per noi è stato un grande traguardo perché ci ha permesso di consolidare legami sociali creando occasioni di scambio e incontro. Abbiamo anche contribuito alla nascita di una web radio, Alta Frequenza, dedicata all’inclusione sociale fatta da ragazzi italiani e migranti”.

Grazie anche alle convenzioni con l’Università, scuole e centri di formazione anche europei, SoundLab ha ospitato molti studenti che sono stati coinvolti attivamente nelle attività dell’associazione e nella sua produzione culturale. E' da uno studente che è nata l’idea di Mint Sound: vinyl shop e allo stesso tempo progetto culturale che promuove la cultura del disco in vinile. Nell’open space dell’associazione è possibile scegliere tra un'ampia proposta di vinili per lo più di musica da club (house, tecno ed elettronica) e ascoltarli dalle due postazioni dotate di giradischi.