Sostegno ai saperi e alle tecniche artistiche

Territorio

Indietro
area: Territorio
PROGETTO

Sostegno ai saperi e alle tecniche artistiche

Sostegno ai saperi e alle tecniche artistiche

Il progetto Sostegno ai saperi e alle tecniche artistiche nato all’interno della Fondazione del Monte, ha tre obiettivi: ridare linfa alle attività artigianali del settore del restauro delle opere d’arte colpite dalla crisi economica e dalla caduta verticale dei finanziamenti pubblici, con un’attenzione specifica ai giovani restauratori e ai laboratori più in difficoltà; offrire un contributo alla conservazione del patrimonio artistico attraverso l’individuazione e il restauro di opere trascurate e a rischio di un silenzioso e inarrestabile degrado; contribuire alla valorizzazione del patrimonio dimenticato attraverso lo studio e l’esposizione dei materiali recuperati.

L'iniziativa è realizzata in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici di Bologna, Ferrara, Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini, con cui verranno definiti gli interventi. I beni oggetto di restauro, che potranno essere segnalati direttamente dai proprietari, dalla Fondazione o dalla Soprintendenza, saranno selezionati da esperti, mentre le imprese coinvolte saranno accreditate presso le Soprintendenze e selezionate sulla base delle competenze.  

Il progetto ha permesso il restauro di una trentina di opere pittoriche ed impegnato tredici laboratori di restauro.

Nel contesto di questo progetto è stata ritrovata nell’archivio fotografico di Palazzo Pepoli Campogrande, sede distaccata della Soprintendenza per i beni storici, artistici ed etnoantropologici di Bologna, un’antica fotografia del dipinto della Madonna del Carmine. Lo scatto è anteriore alla seconda guerra mondiale pertanto ritrae il dipinto ancora in un discreto stato di conservazione all’interno dell’ancona lignea nella Chiesa del Carmine di Massa Lombarda (Ravenna).
In seguito al grave danneggiamento subito durante la seconda guerra mondiale il dipinto era stato portato alla Pinacoteca Nazionale e dimenticato nei depositi privo di indicazioni su provenienza e proprietà. 
E’ il ritrovamento della fotografia a dissipare le ombre sull’identità dell’opera: è la Madonna del Carmine che si pensava, erroneamente, distrutta dalla guerra.

L’opera restaurata è stata riconsegnata al Comune di Massa Lombarda, legittimo proprietario, e riposta nella sua collocazione originaria all’interno della Chiesa del Carmine.

A conclusione del progetto verrà realizzata nella primavera del 2015 una mostra.

Photogallery Primo Anno
Photogallery Secondo Anno

NOTIZIE CORRELATE

Restauri inattesi. Ai margini del patrimonio
7 Giugno 2015

Restauri inattesi. Ai margini del patrimonio

Si è conclusa il 7 giugno con un grande successo la mostra Restauri inattesi. Ai margini del patrimonio che nella sede della Fondazione del Monte dal 18 aprile scorso ha esposto una selezione di opere tra quelle restaurate dal progetto di sostegno al restauro.