Verde che include

Sociale

Indietro
area: Sociale
Un orto che unisce giovani migranti e anziani

Verde che include

Verde che include

Un orto in cassetta nei Centri Servizi per anziani di ASP Città di Bologna. L'obiettivo è stato realizzato, con il sostegno della Fondazione del Monte, da due giovani del Gambia all'interno di un tirocinio formativo partito lo scorso autunno e legato ai temi del giardinaggio e della falegnameria. 

Piante di pomodoro, melanzane e zucchine sono già cresciute nell'orto in cassetta costruito dai ragazzi per il progetto Green ASP "Verde che include - Falegnameria sociale aperta" del Centro Antartide di Bologna che unisce inclusione sociale, integrazione, umanizzazione dei luoghi di cura, greening e formazione.

Con lo stimolo dell'orto, gli ospiti dei centri anziani sono stati coinvolti in attività all'aperto, che hanno incentivato il movimento e le relazioni sociali anche grazie alle vasche alte, che permettono anche a utenti con ridotta mobilità di poter fare esperienza diretta di attività di orticoltura e giardinaggio. Un'esperienza "verde" che ha accresciuto anche il senso di integrazione e accoglienza.

I tirocinanti si sono impegnati nello spiegare agli ospiti tutte le fasi realizzative e quali debbano essere le premure quotidiane che insieme dovranno dedicare alle piante. Un progetto che ha evidenziato quanto il lavoro manuale possa essere da stimolo per un confronto più aperto, fatto di tradizioni, di memorie e di emozioni.

Le vasche sono state collocate nei Centri di Saliceto, nell'omonima via, e Giovanni XXIII in viale Roma, entrambi a Bologna.

Le foto sono state realizzate da ASP Città di Bologna.

Nei mesi scorsi il Centro Antartide aveva realizzato un altro video dedicato al progetto sostenuto dalla Fondazione, di apertura della falegnameria di ASP ai migranti per un percorso formativo. Lo riproponiamo.