24 Ore Suonate. Bologna, musiche nella città

Cultura

Indietro
area: Cultura
FESTA

24 Ore Suonate. Bologna, musiche nella città

24 Ore Suonate. Bologna, musiche nella città

Sabato 21 giugno la Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna ha regalato alla città 24 Ore Suonate. Bologna, musiche nella città, una festa che vuole ricordare la grande vocazione musicale di Bologna, dichiarata Città Creativa della Musica UNESCO nel 2006.

Dalle 10.30 fino alle 23, si sono tenuti 134 appuntamenti musicali in 29 luoghi della città, per la maggior parte nel centro storico. Protagonisti sono stati un migliaio tra cantori, musicisti, cantanti. Ad animare 24 Ore Suonate sono stati infatti 18 cori, 3 bande, 3 orchestre sinfoniche, un’orchestra da camera, più di 40 tra complessi, gruppi musicali, solisti e band di vari generi e stili.
I generi musicali rappresentati vanno dalla musica classica al jazz, dal rock al country, dalla musica popolare ed etnica al gospel, dalla musica per fisarmonica a quella per ocarina e per cornamusa, senza dimenticare il pop e la canzone d’autore. Tra i luoghi della festa l’Oratorio di San Filippo Neri, i teatri Arena del Sole e Duse, la Chiesa di San Domenico, l’Oratorio di Santa Cecilia, il Salone dei Carracci di Palazzo Magnani, sede di UniCredit. Tutti gli episodi musicali sono stati a ingresso libero. Al programma si sono aggiunti i tre appuntamenti previsti al Teatro Auditorium Manzoni, alla Cantina Bentivoglio e al Cortile del Baraccano che, pur rientrando in rassegne autonome a pagamento, hanno voluto partecipare al cartellone di 24 Ore Suonate.

Il direttore artistico della festa Valerio Tura è stato affiancato nell’attività di ricerca e coordinamento generale da Cinzia Salvioli. La festa è rientrata nell’ambito di bè bolognaestate 2014, il cartellone di eventi estivi sostenuto e coordinato dal Comune di Bologna, ed è stata realizzata con il supporto di Bologna Welcome.

Documenti
Photogallery