L’orto di via Felice Battaglia apre alla città

News

Indietro
area: Sociale
Inclusione di disabili sordi

L’orto di via Felice Battaglia apre alla città

L’orto di via Felice Battaglia apre alla città

Mercoledì 19 settembre alle ore 17 l’orto in via Felice Battaglia a Bologna, gestito dalla Fondazione Gualandi all’interno del progetto “Pane e Pomodoro” apre le porte per presentarsi alla città. L’orto, nato tre anni fa, offre occasioni educative e inclusive a disabili sordi e, da quest’anno, anche ad adolescenti e bambini della scuola dell’infanzia e della scuola primaria della Fondazione Gualandi.

All’evento interverranno rappresentanti del Comune di Bologna, della Fondazione del Monte, del Pio istituto sordomute povere di Bologna, dell’Azienda Usl e della cooperativa Agriverde. A seguire, visita guidata all’orto e piccolo buffet preparato dai ragazzi sordi inseriti nel progetto.

Nel corso del pomeriggio saranno condivisi i risultati, le esperienze e le potenzialità che il progetto “Pane e Pomodoro” ha permesso di realizzare. Nato nel 2016, si rivolge a giovani e adulti sordi di origine straniera in condizioni sociali e comunicative di grande disagio. È composto da diverse attività: un corso di Lis e di alfabetizzazione alla lingua italiana, attività formative e pratiche in aula, lavoro nell’orto e in cucina per la trasformazione dei prodotti.

“Pane e pomodoro” è realizzato con il sostegno della Fondazione del Monte e, dall’anno scorso, dal Pio istituto sordomute povere.

Photo credit: Fondazione Gualandi