Nel segno dell'Arte a Palazzo Magnani

News

Quattro incontri con visite guidate a tema

Nel segno dell'Arte a Palazzo Magnani

Nel segno dell'Arte a Palazzo Magnani

I tesori custoditi all’interno di Palazzo Magnani e quattro relatori d’eccezione per altrettanti appuntamenti tra cultura, storia e curiosità: tutti “Nel segno dell’arte”.

L'iniziativa è nata dalla sinergia tra la società editrice il Mulino, la Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e UniCredit per illustrare alcune delle opere di maggior pregio ospitate in  via Zamboni 20 a Bologna, attraverso alcuni temi artistici ad esse correlate.
Il programma rientra tra le attività del nuovo progetto artistico della Quadreria di Palazzo Magnani, a cura della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e di UniCredit.

Gli incontri si tengono ogni mercoledì alle 18, dal 22 novembre al 13 dicembre. L’ingresso è libero fino a esaurimento dei posti disponibili.

Ecco il programma:

Mercoledì 22 novembre: Sguardi infantili nella Quadreria di Palazzo Magnani con Costantino D’Orazio

Costantino D’Orazio è storico dell'arte e curatore presso il MACRO, Museo d'Arte Contemporanea di Roma. Collabora con vari quotidiani e con Geo&Geo su Rai 3. Conduce la rubrica AR Frammenti d'Arte su Rainews24 e il programma Bella davvero su Radio2. Con il Mulino ha pubblicato, Andar per ville e palazzi; per Sperling & Kupfer ricordiamo Leonardo segreto e Raffaello segreto.

Mercoledì 29 novembre: Eloquenza femminile - La poetica degli affetti nella Quadreria di Palazzo Magnani con Massimo Pulini

Massimo Pulini è storico dell’arte e docente di Pittura all'Accademia di Belle Arti di Bologna. Ha scritto numerosi saggi, in particolare su artisti del Seicento, e soprattutto su Guercino. Nel 2016 è stato protagonista di una scoperta eccezionale portando alla luce una pala d’altare proprio del Guercino raffigurante l’Assunta, nella chiesa di San Francesco ad Aversa. Attualmente è Assessore alla Cultura del Comune di Rimini.

Mercoledì 6 dicembre : Storie e leggende dalla Quadreria di Palazzo Magnani con Fabio Isman

Fabio Isman dedica da anni la sua attività di giornalista prevalentemente al tema dei Beni culturali. Da solo o con altri, ha firmato una quarantina di libri e ha coordinato per molti anni VeneziAltrove. Oltre che su «Il Messaggero», scrive sul «Giornale dell’Arte», «Art Newspaper», «Art e dossier» e «Bell’Italia».  Tra i suoi libri ricordiamo: I Predatori dell’arte perduta (Skira 2009) Andare per le città ideali (2016) e L’Italia dell’arte perduta (2017), entrambi con il Mulino.

Mercoledì 13 dicembre: Il mito greco e le origini di Roma in alcuni particolari del ciclo carraccesco di Palazzo Magnani con Claudio Strinati

Claudio Strinati è storico dell'arte, già soprintendente per il Polo museale di Roma. Ha ideato e organizzato importanti mostre in Italia e all'estero. Come divulgatore di storia dell'arte ha condotto trasmissioni televisive e collaborato con quotidiani e riviste. Esperto di pittura e scultura del Rinascimento e del Seicento, è esperto anche nel campo musicale. Ha collaborato con il Dizionario Biografico degli Italiani edito dall'Istituto dell'Enciclopedia Italiana. Tra le sue pubblicazioni, Andrea del Sarto: un San Sebastiano ritrovato (Gangemi, 2013) e Il mestiere dell'artista: dal Trecento al Seicento, (Sellerio, 2014).