Il Lungo Navile vince il premio

News

Indietro
area: Territorio
Sul podio la nuova pista ciclopedonale

Il Lungo Navile vince il premio "Città per il Verde 2015"

Il Lungo Navile vince il premio

Un premio nazionale al progetto del Lungo Navile, che prevede il recupero dello storico corso d'acqua che, dalla città, si inoltra nel territorio rurale a nord di Bologna. Il Comune di Bologna ha vinto il premio "Città per il Verde 2015", giunto all'edizione numero 16 e promosso dalla casa editrice Il Verde Editoriale con il patrocinio del Ministero dell'Ambiente e dell'ANCI.

L'Amministrazione comunale si è distinta nella categoria "Verde Urbano - Comuni con più di 50.000 abitanti" e il premio è stato consegnato nel corso di una cerimonia svoltasi lo scorso 2 ottobre all'Expo di Milano.

Le motivazioni per il conferimento del premio sono state le seguenti: "La giuria premia il Comune di Bologna per la valorizzazione dello storico Canale Navile, con l'allestimento di percorsi ciclopedonali lungo le vecchie alzaie e la realizzazione di attraversamenti del canale stesso. La giuria oltre a riconoscere l'importanza del recupero fruitivo, ambientale e paesaggistico di una presenza storica come il Canale Navile, intende anche riconoscere altri importanti interventi, realizzati con la collaborazione dell'Associazione Terra Verde ONLUS, che hanno interessato gli originali arredi, ottenuti con materiali di riuso, allestiti nel Parco di Villa Angeletti, nei Giardini Marinai d'Italia e nell'Area verde di Via Lapidari. La giuria premia inoltre il metodo "Scuola Cantiere" che ha portato alla realizzazione degli arredi stessi mediante l'aiuto di ragazzi in condizione di disagio".

Il progetto del Lungo Navile è stato realizzato grazie al contributo della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna che ha finanziato la progettazione (affidata alla Fondazione Villa Ghigi) e cofinanziato i lavori (per un importo complessivo, relativo al Comune di Bologna di 236.800 euro); l'intervento, il cui costo complessivo delle opere è ammontato a un milione di euro, ha interessato il territorio comunale, oltre che di Bologna, anche dei comuni contermini di Casalecchio di Reno e Castelmaggiore, collegati dal sistema del Canale di Reno e del Canale Navile.

Gli interventi di apertura di un nuovo tracciato, che costituisce peraltro un importante tassello nel sistema della mobilità sostenibile (soprattutto grazie all'apertura del sottopasso pedonale di raccordo tra le via Bovi Campeggi e Carracci) consentono tra l'altro di superare in sicurezza il fascio di binari della Stazione Centrale.