Fondazione del Monte: un Cda più snello e più rosa

News

I consiglieri scendono da 8 a 4

Fondazione del Monte: un Cda più snello e più rosa

Fondazione del Monte: un Cda più snello e più rosa

Più snello e più rosa. Il Consiglio di indirizzo della Fondazione del Monte di Bologna e di Ravenna ha eletto, lunedì 11 dicembre, su proposta della presidente Giusella Finocchiaro, il nuovo Consiglio di amministrazione. I consiglieri, come previsto dallo statuto approvato nel 2016, scendono da 8 a 4, a loro si aggiunge la presidente. Con lei sono 3 donne e 2 uomini: Luigi Bolondi, Ethel Frasinetti, Sauro Mattarelli e Maura Pozzati, tutti confermati dal precedente Cda. Francesco Mezzadri Majani rimane alla presidenza del Comitato di investimento della Fondazione del Monte. Non erano rieleggibili, essendo stati in carica per due mandati, Giuseppe Gervasio, Maria Giuseppina Muzzarelli e Antonio Panaino.

“In questi anni abbiamo lavorato bene, per cui mi è sembrato giusto e doveroso non cambiare squadra”, dice la presidente della Fondazione del Monte Giusella Finocchiaro. “Abbiamo affrontato momenti difficili, a partire dalla scelta sull’aumento di capitale in UniCredit, ma abbiamo anche realizzato progetti importanti come la valorizzazione della Quadreria di Palazzo Magnani e la programmazione culturale all’Oratorio di San Filippo Neri”.

“Un sentito ringraziamento ai consiglieri uscenti Giuseppe Gervasio, Maria Giuseppina Muzzarelli e Antonio Panaino – aggiunge la presidente Finocchiaro –. Al nuovo Consiglio di amministrazione un augurio di buon lavoro: sarà un Cda snello e molto operativo, concentrato nel sostenere i giovani, la cultura e lo sviluppo, per il benessere della comunità”.

Al Consiglio di amministrazione spettano, per statuto, i compiti di gestione e di proposta delle attività della Fondazione, nell’ambito dei programmi, delle priorità e degli obiettivi stabiliti dal Consiglio di indirizzo, che ne verifica i risultati.