E' buono! Un gelato tanti sorrisi

Indietro
area: Sociale
Una start up per i giovani

E' buono! Un gelato tanti sorrisi

E' buono! Un gelato tanti sorrisi

E’ stata inaugurata a Bologna una gelateria molto speciale: “E’ Buono – un gelato tanti sorrisi”, un progetto di start up imprenditoriale per la formazione e l’inserimento lavorativo di ragazzi e ragazze, da poco maggiorenni, in uscita da percorsi di affido familiare o da residenze per minori. Si trova in via Palmieri 37/A, in zona Cirenaica.

Si tratta del primo franchising sociale del gelato in Italia, un’opportunità per chi deve intraprendere un cammino verso la propria autonomia e auto imprenditorialità.

L’idea nasce dalla cooperativa sociale “E’ buono”, con il sostegno della Fondazione del Monte e della Fondazione San Zeno, che già nel 2016 ha sperimentato questo tipo di attività a Genova.
Il progetto consiste nella creazione di laboratori per la produzione di gelato artigianale di alta qualità, che possano costituire un’occasione di riscatto e di inserimento sociale per chi parte da una situazione di svantaggio.

Imparare a fare il gelato, a lavorare in un laboratorio professionale e condurre un punto vendita da soli rappresenta una grande scommessa per questi ragazzi che si affacciano per la prima volta al mondo del lavoro e che hanno vissuto sulla propria pelle il pregiudizio e l’esclusione”, ha spiegato Federico Zullo, direttore della cooperativa. Materie prime biologiche e a chilometro zero saranno gli ingredienti della nuova gelateria bolognese: “molti dei prodotti arriveranno dai terreni confiscati alle mafie e dalle altre cooperative sociali che lavorano sul territorio. Vogliamo creare una filiera di produzione virtuosa, etica e inclusiva”, continua Zullo, “un laboratorio di impresa per soggetti vulnerabili”.

Nel laboratorio di via Palmieri lavorerà uno staff tutto al femminile, formato dai mastri gelatai della Carpigiani Gelato University, della Fondazione Carpigiani, eccellenza bolognese  nella produzione del gelato artigianale, che ha contribuito anche all’acquisto di macchinari professionali e all’avanguardia. Molte altre sono le aziende del territorio che hanno deciso di sostenere e collaborare con il progetto, come la Granarolo, che per i primi sei mesi di sperimentazione ha offerto panna e latte e che continuerà la fornitura dei prodotti a prezzi calmierati.
Ora non ci resta che andare ad assaggiare il gelato: si potrà scegliere tra un gusto Buon cuore, un mascarpone del Monte e un cremino di San Zeno!

Il progetto è stato realizzato grazie alla collaborazione con l’associazione Agevolando, Legacoop Bologna, Comune di Bologna, Associazione Consulta Diocesana di Genova, Istituzione per l’Inclusione sociale e comunitaria Don Paolo Serra Zanetti e Confcooperative Genova.